Seychelles in allerta per i casi di Ebola

Salute: Seychelles in allerta per casi di Ebola




Comunicato stampa 24.05.2018

Il Ministero della Salute ha detto che ci saranno alcune aree all'ospedale Anse Royale che saranno convertite in un centro di isolamento - se il paese dovesse mai registrare un caso di Ebola. Questa misura precauzionale sarà attuata nel caso sfortunato che un caso di Ebola sia registrato o anche solo sospettato nel paese, nonostante Anse Royale sia il secondo distretto più grande di Mahé.

L'ospedale Anse Royale, originariamente donato alle Seychelles dai cinesi, si trova nel centro del quartiere meridionale di Mahé, un tempo chiamato la seconda città del paese. Il centro medico è circondato da banche, l'Università delle Seychelles, ristoranti, supermercati - è il luogo più frequentato di Anse Royale.

Recentemente, ci sono state segnalazioni di casi di Ebola nella Repubblica Democratica del Congo. Finora, il Ministero della Salute congolese ha annunciato la conferma di 11 casi precedentemente sospettati di Ebola e altri due decessi, portando il numero totale di casi, compresi 25 decessi, a 45. Dei casi, 14 sono confermati, 10 sospetti e 21 hanno probabilmente il virus. Tutte le morti finora si sono verificate a Bikoro, una zona rurale a circa 150 km da Mbandaka, una città che ha nuovamente registrato tre casi del virus.

Nonostante l'affermazione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità che i casi in Congo sono stati registrati in zone rurali, rendendoli più contenibili, il Ministero della Salute delle Seychelles, come parte della sua iniziativa di preparazione, ha condotto una visita sul campo con alcuni dei suoi funzionari per contenere il virus se mai dovesse sbarcare sulle nostre coste.

"Se questo accade e abbiamo uno o due casi su cui dobbiamo indagare, metteremo in sicurezza quell'area e sposteremo tutti i pazienti che sono venuti al centro in altre strutture; non vogliamo correre il rischio che altre persone entrino in contatto con quei pazienti", ha detto il direttore del Seychelles Hospital, il dottor Kenneth Henriette.

"Tutto si trova al centro del Popolazione." Sono preoccupato che le autorità abbiano deciso di usare Anse Royale come centro di isolamento; immaginate i congolesi che fanno il possibile per lasciare il virus in zone rurali lontane mentre noi lo usiamo qui alle Seychelles nel mezzo di una zona densamente popolata", ha detto un residente di Anse Royale.

Considerando che l'ultima volta che l'autorità sanitaria locale ha dovuto affrontare la minaccia di un tale virus è stata alle Seychelles, questa volta c'è una messa in comune collettiva delle risorse sul campo per affrontare efficacemente il problema.

"Non stiamo solo preparando il sito, ma anche il nostro personale, le informazioni che dobbiamo fornire al pubblico e l'acquisto di costose attrezzature protettive - è un esercizio multidisciplinare che coinvolge medici, infermieri e assistenti infermieri, tra gli altri, per formare una squadra efficace per affrontare questo problema", ha aggiunto.

Nel recente passato, il Ministero della Salute aveva convertito altre aree in centri di isolamento per le persone sospettate di essere portatrici della peste del Madagascar.

Im Gegensatz zu ihren Namen wurden die Isolationszentren üblicherweise in dicht besiedelten Gebieten der Insel errichtet, wie z.B. Perseverance.

seychellen.com Palma

it_ITItaliano